paesi più economici al mondo

Arriva un momento in cui ci si rende conto che probabilmente il posto in cui viviamo non è esattamente il posto in cui vogliamo stare.

Tasse, debiti, costo della vita alto, italiani che ci fanno pentire di essere italiani, un sistema corrotto che genera una classe politica corrotta e quindi problemi su problemi, ma sopratutto l’insoddisfazione e la monotonia potrebbero spingerci ad abbandonare l’Italia.

Tempo per andare via dall’Italia e trasferirsi all’estero?

Con l’euro forte rispetto alle altre valute, andare via dall’Italia e trasferirsi all’estero potrebbe essere una strategia intelligente per aumentare ulteriormente i risparmi per la pensione.

Per trovare i paesi più economici in cui vivere, GoBankingRates ha stilato una classifica dei 50 paesi più economici in cui vivere, nazioni ordinate sulla base di quattro parametri fondamentali di accessibilità previsti dalle banche.

I parametri sono i seguenti:

Indice locale del potere d’acquisto: Misura il potere d’acquisto relativo di uno stipendio tipico in quel paese, rispetto all’Italia. Un potere d’acquisto inferiore acquista meno beni, mentre un potere d’acquisto più elevato ovviamente ne compra di più.
Indice del costo di affitto: confronta i prezzi di affitto degli appartamenti tipici del vari paesi con quelli italiani.
Indice del costo alimentare: confronta i prezzi di generi alimentari tipici del vari paesi con quelli italiani.
Indice dei prezzi dei consumatori: confronta i costi di beni e servizi locali – tra cui ristoranti, alimentari, trasporti e servizi – con quelli italiani.

Ecco quindi i 50 paesi più economici in cui andare a vivere.

50 – Bielorussia

La Bielorussia è un paese dell’Europa orientale che confina con la Polonia, l’Ucraina e la Russia, e le sue industrie principali includono la lavorazione dei metalli, trattori e camion. Con circa 450 € mensili di spese stimate oltre a circa 440 € di affitto mensile per un appartamento con una camera da letto nel centro di Minsk, una sola persona può vivere comodamente con meno di 1.000 $ al mese.

Il potere d’acquisto locale è inferiore del 59,9%
L’affitto è più conveniente 85,1%
I generi alimentari sono più economici del 67%
I beni e servizi locali sono più economici 59,5%

49 – Perù

Le spese mensili per una singola persona che vive a Lima, in Perù, sono in media di circa 490 €, e l’affitto è di circa 427 € per una camera da letto nel centro della città. Situato sulla costa occidentale del Sud America, il Perù ha una popolazione di 30,4 milioni e confina con il Brasile, Bolivia, Ecuador e Colombia. Oltre a famosi siti storici come Machu Picchu, il Perù è anche noto per le sue forti industrie mineraria, minerale e metallurgica.

Il potere d’acquisto locale è inferiore del 46,3%
L’affitto è più conveniente 84,4%
I generi alimentari sono più economici 61.47%
I beni e servizi locali sono più economici 58,3%

48 – Lituania

Un’altra nazione europea orientale è la Lituania che confina con la Bielorussia, la Polonia e la Lettonia ed è classificata come uno dei paesi più economici in cui vivere. La popolazione lituana è di circa 2,9 milioni di abitanti e beneficia dell’alto indice di potere di acquisto locale, con prezzi decisamente inferiori alla media europea. Le principali industrie della Lituania comprendono lavorazione dei metalli, motori elettrici e televisori.

Il potere di acquisto è inferiore del 37,8 %
L’affitto è più conveniente del 85,1%
I generi alimentari sono meno costosi 61,8%
I beni e servizi locali sono più economici 53,3%

47- Croazia

La Croazia si trova ad est del mare Adriatico di fronte al’Italia, offrendo una pittoresca costa assolutamente da esplorare. Con una popolazione di 4,5 milioni di abitanti, la Croazia ha un potere di acquisto locale buono, e le sue industrie principali includono prodotti chimici, plastica e metallo. Il paese offre a buon mercato un affitto che è più che conveniente. Nella capitale di Zagabria, ad esempio, un appartamento più 1 camera da letto costa solo 356 € al mese.

Il potere d’acquisto locale è inferiore del 36,1%
L’affitto è più conveniente del 90%
Generi alimentari sono meno costosi 58,8%
beni e servizi locali sono più economici 51,2%

46 – Marocco

Il Marocco è un paese del Nord Africa, che confina con l’Algeria e, proprio attraverso lo Stretto di Gibilterra, ed è vicino alle Canarie. Questo paese ha una popolazione di 33,3 milioni di abitanti, e le sue industrie principali sono aerospaziale, estrazione di fosfato e di trasformazione, e la produzione di componenti automobilistici. Nella capitale di Rabat, il totale delle spese mensili è di circa 620 € per una sola persona.

Il potere d’acquisto locale è inferiore 50,8%
L’affitto è più conveniente 86%
I generi alimentari sono meno costosi 65,1%
I beni e servizi locali sono più economici 60,6%

45 – Lettonia

Situato vicino alla Lituania e la Russia in Europa orientale, la Lettonia ha una popolazione più piccola di poco meno di 2 milioni di abitanti con il 55% circa sotto i 32 anni. Nel complesso, vivere in Lettonia costa la metà di quanto costa vivere in un paesino qualunque in Italia.

Il potere d’acquisto locale è inferiore al 37%
L’affitto è più conveniente 87%
I generi alimentari sono meno costosi 64,2%
I beni e servizi locali sono più economici 52,2%

44 – Portogallo

Il Portogallo è un paese dell’Europa occidentale che si trova proprio accanto alla Spagna. Con una popolazione di 10,8 milioni di abitanti, il potere d’acquisto locale in questo paese è abbastanza vicino a quello italiano, ma i redditi sono più alti e vanno oltre il pagamento di merci a basso costo, generi alimentari e affitto nel paese, generalmente più basso. Si guadagna di più e si spende di meno!

Il potere d’acquisto locale è inferiore del 26,7%
L’affitto è più conveniente dell’86,8%
I generi alimentari sono più economici del 59.32%
I beni e i servizi locali sono più economici del 51,6%

43 – Egitto

Situato in Africa e affacciato sul Mar Mediterraneo, Mar Rosso, la Libia e il Sudan, l’Egitto ha una popolazione di 88,5 milioni di abitanti Il turismo è sicuramente la più grande industria in Egitto (nonostante i problemi degli ultimi anni), insieme a tessuti e trasformazione dei prodotti alimentari. I beni di consumo e affitto sono più economici in Egitto; un appartamento più camera da letto al Cairo costa solo 350 $ al mese.

Il potere d’acquisto locale è inferiore del 58,5%
L’affitto è più conveniente del 90,2%
I generi alimentari sono meno costosi del 65,8%
I beni e servizi locali sono più economici del 63,2%

42 – Armenia

L’armenia si trova in Medio Oriente tra la Turchia e l’Azerbaigian e il nord dell’Iran. Con una popolazione di circa 3,1 milioni, la sua più grande industria è la lavorazione dei diamanti. Il costo della vita e dei beni di consumo è notevolmente inferiore rispetto a quello italiano.

Il potere d’acquisto locale è inferiore del 65,6%
L’affitto è più conveniente 89,3%
I generi alimentari sono meno costosi 71,4%
I beni e servizi locali sono più economici del 63,3%

41 – Filippine

Affitto e beni di consumo sono molto più economici nelle Filippine, e questo li rende uno dei paesi più economici in cui vivere. Una nazione insulare nel sud est asiatico, il clima delle Filippine è tropicale, con monsoni sono notoriamente presenti di volta in volta ma comunque un clima da sogno nel resto dell’anno. Le sue industrie principali includono l’elettronica, abbigliamento, calzature e prodotti farmaceutici.

Il potere d’acquisto locale è inferiore del 55,6%
L’affitto è più conveniente 90,4%
I generi alimentari sono meno costosi 63,8%
I beni e i servizi locali sono più economici del 63,6%

40 – Bangladesh

Noto per le sue juta, cotone, indumenti e le industrie della carta, il Bangladesh è vicini all’India e ha una popolazione di 169 milioni di abitanti. Questo paese è anche noto per avere inverni miti da ottobre a maggio e estati calde e umide da marzo a giugno. Il Bangladesh ha costo della vita relativamente basso, che è probabilmente legato al PIL inferiore (1,087 € nel 2014). Tuttavia è il sesto paese più economico dei 50 paesi elencati per quanto riguarda gli affitti; un appartamento con camera da letto a Dhaka costa solo 154 € al mese.

Il potere d’acquisto locale è inferiore del 56,8%
L’affitto è più conveniente del 93,4%
I generi alimentari sono meno costosi del 64,9%
I beni e servizi locali sono più economici del 61,4%