Innsbruck si trova in un’ampia valle dell’Inn all’incrocio di due importanti autostrade tra la Germania e l’Italia e tra Vienna e la Svizzera. Una delle più popolari destinazioni di vacanza di tutto l’anno in Austria, Innsbruck ha mantenuto il suo centro storico medievale, con le sue strade strette e tortuose e case alte in stile tardo gotico.

Ovunque ci si trovi si può ammirare la bellezza dei panorami e la grande corona di montagne che circondano la città: a nord si elevano le cime frastagliate della Nordkette (Catena del Nord), nel massiccio montagnoso del Karwendel; a sud, sopra la cresta boscosa del Bergisel vi sono monti da più di 2.403 metri come il Saile e il gruppo montagnoso Serles; e a sud-est, sopra il Lanser Köpfe, si trova la sommità dell’oltre 2.247 metri di altezza Patscherkofel, molto popolare per gli sciatori. Gli impianti sportivi costruiti per i Giochi Olimpici Invernali 1964 e nel 1976 ancora attirano folle di sciatori e sono teatro ogni anno di concorsi nazionali ed internazionali.

Scopriamo ora cosa vedere a Innsbruck, alla scoperta delle meraviglie di questa splendida città austriaca.

4Hofkirche e la Tomba dell’Imperatore

La spettacolare Chiesa di Corte di Innsbruck, la Hofkirche, è stata completato nel 1563 in stile tardo gotico locale. Composta da tre navate sala-chiesa con il presbiterio stretto e una torre centrale, vanta molte caratteristiche notevoli nei suoi interni, in particolare l’altare maggiore e gli altari laterali del 18 ° secolo, altari e una vetrata del coro del 17° secolo.

Altre caratteristiche includono il monumento a Andreas Hofer, i cui resti sono stati depositati qui nel 1823. La parte più importante della chiesa, tuttavia, è la spettacolare tomba e Museo dell’imperatore Massimiliano I. Costruito nel 16 ° secolo, è ampiamente considerato come la più bella opera della scultura del Rinascimento tedesco. Concepito come una glorificazione del Sacro Romano Impero, l’elemento centrale del monumento è il suo enorme sarcofago di marmo nero con una figura in bronzo del Imperatore dal 1584, circondato da uno schermo in ferro battuto e 24 rilievi in ​​marmo raffiguranti eventi nella vita dell’Imperatore.

Degni di nota sono anche le 28 statue in bronzo di antenati e contemporanei dell’Imperatore, compresi quelli del conte Albrecht IV d’Asburgo e Re Artù d’Inghilterra, quest’ultima considerata come la più bella statua di un cavaliere in arte rinascimentale.

Indietro